“Abc Training. D’eState mi Alleno”

logo1L’estate per i bambini e i ragazzi è il tempo delle vacanze e, ci mancherebbe altro, del relax. Ma i tre mesi senza scuola della bella stagione possono diventare anche l’occasione di “allenare” il proprio apprendimento per tornare in classe a settembre più in forma che mai.

L’occasione è quella proposta da tre psicologhe che si occupano di D.S.A., i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia): le dottoresse Silvia Marchi, Elisa Vanzetta e Francesca De Giovanelli. “ABC Training. D’eState mi Alleno” è l’occasione, per bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni che hanno difficoltà specifiche dell’apprendimento scolastico, di potenziare le proprie capacità.

Il Training viene organizzato in collaborazione con la Cooperativa Sociale CS4 di Pergine nelle sue sedi di via Marconi 185 a Pergine, via Monte Panarotta 29 a Levico e Via Castello a Torcegno. Sono previsti un colloquio preliminare con la famiglia, sei incontri di training settimanali (dal 22 giugno al 7 agosto 2015 dalle ore 9 alle 12) e un colloquio finale di verifica con la famiglia.

Le tre esperte guideranno i partecipanti in un percorso mirato dove esercitare le proprie abilità scolastiche, aiutandoli a trovare strategie per sviluppare al meglio le loro potenzialità. I ragazzi si alleneranno in un piccolo gruppo, dove troveranno delle risposte personalizzate alle esigenze di ognuno.

In base alle caratteristiche dei partecipanti si potrà lavorare su: metafonologia, abilità visuo-spaziali, strategie di lettura e comprensione del testo, scrittura e produzione di testi, conoscenze numeriche e calcolo, attenzione, memoria, problem solving, metacognizione, metodo di studio e Brain Gym e utilizzo di strumenti compensativi. In ogni incontro verrà inoltre proposto un esercizio ludico/creativo per sviluppare l’intelligenza emotiva e rafforzare l’autostima.

La Cooperativa CS4 è accreditata per i buoni di servizio. Per avere informazioni più specifiche ci si può rivolgere alla dottoressa Orietta Nadalini al numero di telefono: 329/9545274.

A cura di Paolo Chiesa.

“Mi preparo al futuro”

IMG_5472È partito il 20 marzo 2015 il progetto di CS4: “Mi preparo al futuro”, in collaborazione con la Società Cooperativa Sociale CS4 Aurora di Trento. L’iniziativa propone a persone con disabilità la possibilità di aumentare le proprie conoscenze in modo da migliorare la Qualità di Vita (Q.D.V.) attuale con la prospettiva di riuscire ad affrontare situazioni future che richiedano maggiore autonomia. “Mi preparo al futuro” è rivolto alle persone che frequentano i laboratori occupazionali e per l’acquisizione dei prerequisiti lavorativi della Cooperativa CS4 e alle persone seguite in percorsi di inserimento lavorativo da parte della Cooperativa Aurora. Ma possono accedervi anche eventuali alunni con bisogni educativi speciali che frequentano i Centri di Formazione Professionale. Il progetto è stato finanziato da Con.solida, il Consorzio della Cooperazione Trentina, con una partecipazione simbolica delle famiglie ai costi. Sono previsti due Moduli: “Abilità domestiche” che è già partito e “Sono un cittadino” che inizierà verso la fine dell’estate.

IMG_5475Il primo si sta svolgendo in  10 pomeriggi nei giorni di venerdì fino al 29 maggio, nell’appartamento del Centro Socio Educativo CS4 di via Pennella a Pergine. Qui, nove persone, con l’appoggio di un’educatrice e di una cuoca volontaria, stanno imparando a fare una lista della spesa, ad effettuare degli acquisti con la gestione del denaro necessario, a cucinare seguendo semplici ricette, a riassettare la cucina, a lavare e stirare, a utilizzare la lavatrice e il ferro da stiro. Alla fine dei 10 incontri (ai quali ne seguiranno altri 10 con altri partecipanti), ci sarà un (as)saggio al quale parteciperanno anche i genitori dei ragazzi coinvolti. Un’iniziativa utile a imparare delle autonomie ma anche a socializzare, visto che i partecipanti usano in compagnia e autonomia i mezzi pubblici da e per Trento. Nella seconda parte del percorso “Sono un cittadino”, i partecipanti potranno invece imparare come rinnovare la carta di identità o fare l’abbonamento trasporti, come conoscere vari servizi di pubblica utilità con visite guidate all’ufficio anagrafe e alla banca e come conoscere alcune istituzioni pubbliche come il Comune, la Comunità di Valle e la Provincia. Oltre a imparare come presentarsi, chiedere un’informazione o conoscere opportunità e modalità di fruizione di risorse per il tempo libero come la biblioteca, le rassegne teatrali, le mostre e gli eventi musicali; ma anche alcune nozioni di primo soccorso.

A cura di Paolo Chiesa.

 

“Il volontariato di Carla nella sua nuova città”

2015-02-25. CARLA IN PARTENZA DAL CENTRO DI VIA MARCONICarla frequenta il Centro Socio Educativo di via Marconi a Pergine. Originaria di Campiello di Levico, ha recentemente realizzato un desiderio che l’accompagnava fin da quando era adolescente: quello di andare a vivere in un appartamento indipendente dalla famiglia d’origine. Dal 2011 infatti vive con altre tre persone nell’appartamento domotico della Cooperativa. Insieme a lei ci sono il fratello che ha bisogno del suo sostegno, e viene coadiuvata in questo da altre due coinquiline che come lei aspiravano ad avere un domicilio autonomo. In questi quattro anni Carla ha capito che la realizzazione del suo sogno implica anche una fatica quotidiana ma è riuscita a trovare un equilibrio nella sua vita domestica. Persona molto socievole e disponibile, Carla è aperta alle nuove esperienze e ben disposta verso le altre persone, e in passato aveva frequentato anche il Centro diurno per anziani di Caldonazzo. Per questo, qualche tempo fa ha iniziato a manifestare il desiderio di fare qualcosa di utile anche nella sua nuova città, Pergine. D’accordo con la responsabile e con le educatrici che supervisionano l’appartamento domotico, ha scritto una lettera al direttore dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona di Pergine, chiedendo di potere rendersi utile agli ospiti anziani. La sua voglia di fare è stata molto apprezzata e, dopo avere parlato con la responsabile degli animatori della Residenza Sanitaria, Carla è stata inserita come volontaria nel gruppo di lavoro del Centro Diurno di via Marconi.

2015-02-25. CARLA AL CENTRO DIURNODopo un primo periodo nel quale è stata affiancata dagli operatori, ha iniziato in autonomia a collaborare con gli anziani in alcune attività, tra le quali il laboratorio di uncinetto, specialità nella quale Carla è un vero talento. E così dall’anno scorso, ogni venerdì pomeriggio dalle 14,30 alle 16,30, Carla passa due ore con i tredici utenti del Centro Diurno che hanno accolto la sua presenza con piacere, dimostrando volta dopo volta un sincero affetto nei suoi confronti. Le attività a cui si dedica Carla sono varie e al venerdì c’è spazio anche per i gruppi di discussione, per i racconti di storie e per il canto.Per gli operatori, gli animatori e gli altri volontari, Carla si è rivelata una grande risorsa e una presenza seria e affidabile, come gli è stato dimostrato durante la cena annuale del volontari che prestano servizio nelle strutture della Fondazione Montel. Ora Carla si sente soddisfatta e realizzata, perché non è più solo una persona in difficoltà che necessita di sostegno, ma è lei stessa che può offrire il suo appoggio a chi ha bisogno di cure, di affetto e di attenzione.

A cura di Paolo Chiesa.

“La squadra di calcio CS4 con le magliette donate dalla pro loco di Lavarone”.

2015-02-06  LA SQUADRA CS4 CON LA SIGNORA GRAZIA PICCININI DELLE PRO LOCO DI LAVARONE

I ragazzi della squadra di “Calcio a 5” del Centro Socio Educativo di via Marconi Piano Terra, hanno recentemente avuto una sorpresa. La Pro Loco di Lavarone, nel cui direttivo c’è la signora Grazia Piccinini, mamma di Alessandro, uno dei portieri della squadra, ha donato infatti alla squadra una muta di magliette. Ma non si tratta di magliette qualunque: queste sono speciali perché oltre al logo della Cooperativa e a quello della Pro Loco, recano sulla parte anteriore la scritta “CS4 Football Club”, come sulle magliette delle squadre professionistiche. Una bella soddisfazione, per questo gruppo di calciatori che ogni martedì pomeriggio si allena con impegno e costanza presso la palestra di Caldonazzo. Allenamenti che la scorsa estate hanno portato la squadra a vincere il torneo di calcetto riservato alle Cooperative Sociali organizzato dalla Cooperativa GSH di Cles, in Val di Non. L’altro giorno, prima del consueto allenamento settimanale, c’è stata la distribuzione delle magliette a ognuno dei ragazzi, alla presenza della signora Grazia che rappresentava la Pro Loco di Lavarone, della direttrice di CS4 Nicoletta Molinari e di Denis Brugnara, Responsabile della sede di via Marconi a Piano Terra della quale fanno parte i calciatori. Dopo la consegna delle magliette, i ragazzi, che scalpitavano per la voglia di provarle sul campo, hanno composto le due squadre come di consueto e poi via, sul parquet del palazzetto a rincorrere il pallone e a divertirsi.

A cura di Paolo Chiesa.

 

IL CORO GENZIANELLA CANTA PER I RAGAZZI DELLA COOPERATIVA CS4

DSC07093DSC07095

2014-12-17. IL CORO DEI RAGAZZI DELLA COOPERATIVA SOCIALE CS4

I due Centri Socio Educativi di via Marconi di Pergine, sono stati rallegrati anche quest’anno dalla consueta merenda di Natale con i genitori e i parenti degli oltre 30 ragazzi che frequentano quotidianamente i due piani della struttura.

 

L’occasione di farsi gli auguri per le feste ha permesso di fare incontrare per un pomeriggio i ragazzi e i loro familiari con gli operatori e i dirigenti della Cooperativa in un momento di allegra condivisione. La direttrice Nicoletta Molinari ha accolto i graditi ospiti Roberto Oss Omer e Daniela Casagrande, sindaco e vice sindaco di Pergine, oltre a portare i saluti dell’assessore alle politiche sociali della Comunità di Valle Linda Tamanini. Il vice sindaco Casagrande ha ringraziato dell’invito fatto di persona negli uffici comunali dai ragazzi CS4 e ha parlato della Società Cooperativa come di una realtà importante per la comunità di Pergine aggiungendo: “guai se non ci fossero realtà come la vostra che rispondono alle richieste di persone che hanno bisogni importanti”. C’è stato anche un gradito fuoriprogramma con un mini concerto del Coro Genzianella di Roncogno che si è esibito nelle due sedi con alcuni brani della tradizione natalizia e del repertorio classico del gruppo. Il presidente del sodalizio Stefano Lazzeri Zanoni, ha voluto nell’occasione ringraziare la Cooperativa Sociale CS4 che mette a disposizione uno dei suoi pulmini per le trasferte musicali del coro. Anche i ragazzi del Centro si sono esibiti per l’occasione in un canto natalizio con una versione molto applaudita di “Jingle Bells”.

A cura di Paolo Chiesa

 

 I RAGAZZI CS4 A SCUOLA DI CODICE DELLA STRADA

DSC04556 - Copia

Alcuni dei nostri utenti hanno recentemente partecipato a un corso di educazione stradale tenuto dal Corpo di Polizia Municipale.

Va detto che i ragazzi, nella loro attività di audiovisivi, DSC04436avevano già guardato dei filmati didattici sul codice della strada, ma sentirne parlare direttamente dal comandante della Polizia Municipale di Pergine Andrea Tabarelli e dall’agente Valentina Anderle è stata per loro un’esperienza ancora più interessante e completa. Anche perché il gruppo, per andare a pranzo, percorre quotidianamente la strada che dal Centro Socio Educativo di via Marconi porta in città e molti di loro inoltre, si muovono autonomamente per le strade anche negli orari che non frequentano la Cooperativa. Il corso prevedeva un incontro formativo nel quale si è parlato di segnali stradali, di strisce pedonali e di precedenze e di un’uscita sul territorio, accompagnati dai vigili che hanno potuto illustrare praticamente le modalità corrette di muoversi in città. Alla fine del corso, il comandante Tabarelli ha consegnato ad ognuno dei ragazzi la “patente di pedone”, meritata per l’attenzione dimostrata sia durante la parte teorica che durante quella dell’uscita sulle strade di Pergine.

A cura di Paolo Chiesa

Grant e Baldi Rossi, allenamento supplementare con i ragazzi della Coop CS4

“L’incontro con i giocatori della Dolomiti Energia Trentino”.

Foto 6 - Copia (2) - Copia

Lo sport, si sa, è un veicolo speciale per avvicinare e unire le persone. Da un paio di anni, al venerdì mattina, alcuni ra
gazzi che frequentano i nostri Centri Socio Educativi, si ritrovano nella palestra di Caldonazzo per stare insieme praticando delle attività sportive mirate. Niente di agonistico o competitivo: l’obiettivo è quello di vedere aumentare nei ragazzi il benessere fisico e psicologico, permettendo loro di avere consapevolezza delle proprie capacità attraverso un’attività che li aiuterà anche nella vita quotidiana. Questo è lo sport che aiuta a camminare meglio, ad alzarsi in autonomia, a prendere gli oggetti della vita quotidiana senza farli cadere. Venerdì 21 novembre, all’interno dell’attività “Divertiti e stai meglio insieme agli altri”, per Bruno, Carla, Fabrizio, Irene, Loris, Luciano, Manola, Marina, Mirta, Monica, Monica e Silvia, ci sono stati due piacevoli fuori programma. Prima hanno ricevuto in dono le magliette della squadra del Basket Pergine consegnate dal presidente Dimitri Santuari e dall’allenatore Alksandar Alexiev. Più tardi, mentre stavano facendo il consueto riscaldamento con gli educatori Alessia, Chiara, Michele e Norbert, i ragazzi hanno invece ricevuto la visita di Filippo Baldi Rossi e Keaton Grant, due giocatori della squadra di basket Dolomiti Energia Trentino, accompagnati dal team manager Michael Robinson. L’occasione faceva parte delle iniziative di “Aquila for no profit”, il progetto che vede la squadra unire i valori dello sport con quelli della solidarietà con il contatto e la condivisione di momenti con alcune associazioni no profit trentine. I due giocatori si sono uniti al gruppo CS4 facendo con loro gli esercizi di corsa laterale e all’indietro e quelli specifici sulla spazialità. Durante la pausa di metà attività preparata, Keaton ha anche potuto insegnare ai ragazzi qualche parola di inglese traducendo il nome delle bibite. Al momento dei tiri a canestro i ragazzi si sono misurati con i due giganti che hanno dato spettacolo tirando da metà campo. Finito l’allenamento ci sono stati il momento delle foto di gruppo alla presenza della direttrice Nicoletta Molinari e del Responsabile del Centro Educativo di via Marconi (piano terra) Dennis Brugnara e quello degli autografi di rito che i ragazzi si sono fatti fare sulle magliette donate. Una bella mattinata di sport e di condivisione, frutto del buon rapporto tra CS4 e Basket Pergine, nato inizialmente con l’uso condiviso dei relativi furgoni e che è diventato un po’ alla volta un qualcosa in più. Se i risultati sono quelli visti in questa occasione, si può dire che il sodalizio sta dando sicuramente buoni frutti.

A cura di Paolo Chiesa

 CS4: una raccolta di tappi di sughero per l’Associazione Libera

2014-09-04. RACCOLTA TAPPI PER LIBERA

I ragazzi del Centro Socio Educativo di via Marconi da tempo stanno facendo una raccolta di tappi di sughero. Non si tratta di un passatempo, ma di una attività che ha un fine utile e degno di lode. I tappi, portati da casa o richiesti presso i ristoranti dove i ragazzi vanno a mangiare a pranzo, vengono infatti consegnati alla sede di Trento dell’Associazione “Libera”, in via Bepi Mor 10. “Libera”, ha come missione quella di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e di promuovere la legalità e la giustizia. Tra le sue iniziative, ha anche quella della raccolta di tappi di sughero che, dopo un trattamento particolare, verranno riutilizzati come base di prodotti isolanti per l’edilizia. Il ricavato della vendita dei tappi, verrà interamente devoluto alla ristrutturazione di uno stabile confiscato alla mafia nella città di Moncalvo d’Asti in Piemonte. La casa, che si chiama “Cascina Graziella”, diventerà un luogo di accoglienza per donne in situazione di marginalità, e un centro di legalità e promozione sociale ed economica. Durante l’estate Mirta, Alessandro e Mattia del Centro di via Marconi, hanno consegnato tre sacchi di tappi di sughero a Susanna dell’Associazione Libera che in quell’occasione ha spiegato ai tre ragazzi il significato di lotta alla mafia, parlando dell’importanza che ogni persona faccia qualcosa per aiutare a contrastare le ingiustizie. Quello che, con la raccolta dei tappi, stanno facendo anche i ragazzi della Cooperativa CS4.

A cura di Paolo Chiesa

Visita ai vigili del fuoco di Trento

DSC05301DSC05315 (2)I ragazzi della sede di Via Marconi, hanno di recente fatto visita alla Caserma dei Vigili del Fuoco permanenti di Trento.

La visita rientrava tra le iniziative della Cooperativa che mirano a una conoscenza del territorio da parte dei ragazzi, tramite i contatti con  le realtà professionali e istituzionali che ne fanno parte. Accolti dalla disponibilità e dalla gentilezza dei Vigili del Fuoco, i ragazzi hanno potuto visitare tutta la caserma, dalla sala operativa alla palestra, dalla sala dei sommozzatori ai garages. Durante il giro è stato per loro possibile assistere alla messa in funzione dell’autobotte e del camion con la gru e salire sui mezzi per vedere da vicino l’attrezzatura in dotazione per gli interventi. Alla fine della visita i ragazzi erano entusiasti per questa esperienza che ha permesso loro di conoscere la realtà dei Pompieri che si occupa di soccorrere i cittadini e di salvaguardare i beni della collettività. In futuro sono previste altre uscite per i ragazzi del CS4, per una loro sempre maggiore integrazione sul territorio in ambienti di vita esterni all’ambiente consueto della loro sede. Nelle foto Daniel, Andrea, Daniele, Alessandro, Alessandro, Mattia, Bruno, Ivan, Giuseppe, Monica, Andrea, Ivan e Daniele entusiasti per la giornata in caserma.

A cura di Paolo Chiesa

 

Laboratorio trenino

Nel corso dell’estate, alcuni ragazzi del Centro Socio educativo di Via Marconi a Pergine e del Laboratorio Prerequisiti di Trento hanno partecipato a un laboratorio di modellismo ferroviario presso il Centro Giovanile #Kairos di via Amstetten.

ANDREAMATTIA E DANIELESotto l’occhio esperto di Sergio Grisenti, esperto hobbysta delle rotaie in miniatura, il gruppo all’opera era composto da Andrea, Daniele, Mattia e Stefano.

STEFANO

I quattro ragazzi hanno completato un plastico messo a disposizione dal Gruppo Fermodellistico Pocher di Trento, sistemandone le parti mancanti e completando il tutto con vari edifici, alberi e veicoli in miniatura. Il momento di mettere in movimento e di pilotare i trenini portati per l’occasione dal signor Sergio, è stato ovviamente uno dei più attesi dai ragazzi. Per l’occasione, sono state anche realizzate delle casette in cartoncino create sulla base di appositi cartamodelli. Il plastico sarà ora utilizzato dal gruppo di hobbisty del modellismo di Pergine del quale fa parte anche il signor Sergio e verrà ora utilizzato per altri progetti rivolti ai ragazzi dell’Alta Valsugana. Per il gruppo è ora prevista una visita al grande plastico del Gruppo Pocher che si trova presso la stazione ferroviaria di Trento e poi chissà, magari anche un giro su un treno vero.

A cura di Paolo Chiesa